Scarpe Adidas Bianche

Acquista ora Scarpe Adidas Bianche - Ottieni uno sconto del 60%. Vendita di sconto.

Anche Erreà sente profumo d’Europa e propone una collezione molto curata che prevede tre divise, La maglia home è essenziale, Rossa (come tradizione vuole) ma con una vasta banda bianca centrale che si ‘apre’ sul fianco destro e che contiene lo sponsor 888.com, Il colletto è a v con finiture bianche, lettering Erreà bianco e stemma societario sul cuore, La divisa da trasferta scarpe adidas bianche è molto interessante, Blu (tessuto lucido) con inserti sui fianchi in blu navy, profili rossi ed un colletto dalla forma ‘morbida’, Sponsor 888.com e logo Erreà in bianco con lo stemma societario sul cuore, La terza maglia (usata nella sfida di Coppa Uefa con il Basilea) è interamente bianca con colletto ‘aperto’ con profili neri ed inserti neri sulle maniche..

Come il patron Gibson anche Steve McClaren decide di puntare tutto sulla Coppa Uefa ed in campionato arriva infatti un modesto 14° posto, In Fa Cup il sogno della finale viene interrotto contro il West Ham, In Uefa invece la cavalcata è entusiasmante, Il Boro supera agevolmente i greci dello Skoda Xanthi nel primo turno eliminatorio, La fase a gironi è trionfale: prima posizione vincendo con Grasshoppers, Dnipro e Litex Lovech e pareggiando con l’ Az Alkmaar, La fase ad eliminazione diretta entra nella leggenda del club del Nord dell’Inghilterra, Nei sedicesimi la vittoria per 2-1 a Stoccarda è decisiva, considerando la sconfitta di misura in casa nella gara di ritorno, Discorso identico agli ottavi contro la Roma, Al Riverside Stadium vince scarpe adidas bianche il Boro 1-0 mentre all’Olimpico è inutile il 2-1 dei giallorossi di Luciano Spalletti..

Nei quarti Massimo Maccarone comincia a studiare da ‘history man’ della storia del Boro, Il Basilea si impone 2-0 in Svizzera all’andata convinto di aver messo fine all’avventura europea di McClaren e compagni. Nella partita di ritorno in Inghilterra scarpe adidas bianche è proprio ‘Big Mac’ a segnare il gol qualificazione al 90′, fissando il punteggio sul 4-1, Situazione che si ripete clamorosamente anche nella semifinale con la Steaua Bucarest, In Romania finisce 1-0 per i padroni di casa, Al Riverside il 4-2 decisivo è firmato ancora dall’attaccante italiano, in zona Maccarone: all’89’, Il pubblico è in estasi: il Middlesbrough è in finale di Coppa Uefa..

Al Philips Stadion di Eindhoven il Boro di McClaren si presenta all’appuntamento con la storia dovendo affrontare il pericolo Siviglia di Juande Ramos, che è favorito. Maccarone, uomo della provvidenza, parte dalla panchina. Tra gli andalusi invece Enzo Maresca si rivela micidiale. I ‘ Rojiblancos ‘ non hanno pietà e vincono con un netto 4-0 firmato dallo stesso ex Juventus (doppietta) e dai centravanti Kanouté e Luis Fabiano. In casa Middlesbrough la delusione è enorme : un’occasione del genere potrebbe non tornare mai più.

La magia del Middlesbrough di McClaren, infatti, finisce quel 10 maggio 2006, Nel 2007 scarpe adidas bianche Massimo Maccarone torna in Italia a titolo definitivo, Il Boro viene guidato dall’ex capitano Gareth Southgate ma nel 2009 retrocede e non farà più ritorno in Premier League, Nello stesso anno, dopo 15 stagioni, Erreà lascia il club del North Yorkshire che passa ad Adidas, Il brand italiano saluta così dopo una Coppa di Lega (unico trofeo della società) tre finali nazionali perse e una Coppa Uefa solamente sfiorata, Piazzamenti che non entrano nell’albo d’oro ma che rimangono nel cuore dei tifosi in maniera incancellabile..

Il Boro firmato Erreà rimarrà nella memoria degli appassionati di questo sport per essere stato un pioniere del connubio calcistico Inghilterra-Italia, reso possibile anche da giocatori come Ravanelli, Festa, Branca, Carbone e Maccarone. ‘Italians do it better’, dunque. A Middlesbrough ancora di più.

La lunga attesa dei tifosi biancocelesti è terminata, la Lazio ha presentato oggi la nuova maglia che sarà protagonista fino al termine della stagione, Macron ha riproposto un modello che gli appassionati chiedevano a gran voce per celebrare i 115 anni del club capitolino, la cosiddetta ‘maglia bandiera’ o ‘maglia dei -9’, L’ aquila stilizzata dei Casoni torna dunque a risplendere sul petto come negli anni ’80, Stagioni non facili, a cavallo tra la Serie A e la B, ma caratterizzate da una delle casacche forse più belle del calcio scarpe adidas bianche italiano..

Il lavoro di Macron è totalmente ispirato alla maglia prodotta da NR nel 1982-83 e poi ripresa dal marchio Tuttosport pochi anni dopo, in quella stagione leggendaria in cui la Lazio si salvò dalla Serie C nonostante scarpe adidas bianche i 9 punti di penalizzazione, Metà bianca e metà celeste, al centro campeggia l’aquila ideata dall’allora presidente Gian Chiarion Casoni, con le ali che proseguono sulle maniche, Il colletto è a polo con scollatura a “V”, All’interno del collo è stata mantenuta l’etichetta con la dicitura “La prima squadra della capitale”, sul retro c’è il ricamo “SS Lazio 1900”..



Messaggi Recenti